Da un antico collegio alla casa dei sogni dove vivere il presente e immaginare il futuro

Al numero 11 di viale Thovez si trova uno dei complessi architettonici più interessanti della storia cittadina.

Sul sito della settecentesca Villa Rolle, nel luglio del 1885 inizia la costruzione del principale edificio scolastico, Villa Santa Maria del Fiore, così chiamato in onore dell’effige della Madonna allora presente sul muro di cinta della proprietà. Le altre costruzioni saranno innalzate nei decenni seguenti e l’intero complesso, così come si presenta oggi, sarà completato negli anni Trenta.

Gli edifici hanno ospitato per tutto il Novecento l’esclusivo Istituto delle Suore del Sacro Cuore. Nel periodo di massimo splendore era famoso in tutt’Europa e annovera tra le sue illustri studentesse anche Paola del Belgio, oltre a generazioni di ragazze torinesi.

Negli anni Ottanta parte del complesso, ormai parzialmente vuoto, diviene sede di un’altra prestigiosa istituzione scolastica insediatasi a Torino: il Lycèe Français. Alla fine del primo decennio del Duemila anche la scuola francese si trasferisce e il complesso può finalmente rinascere a nuova vita trasformandosi in una residenza straordinaria immersa nel parco secolare, una terrazza su Torino affacciata sul cuore della città e sull’immensità delle montagne.

© AGSSC (Archive générale de la Société du Sacré-Cœur)

page